Gianluca Montebuglio

CONTACT & BOOKING

LABEL – OCTOPUS RECORDS

giuseppe@octopusrecords.it

 

BOOKING – SCENE CONTEMPORANEE

booking@scenecontemporanee.it

 

 

 

Gianluca Montebuglio è al suo esordio da solista. Dopo aver trascorso gli ultimi anni a fare più advertising che musica, si propone al pubblico con “È tutto bellissimo”, ep in uscita il 15 maggio per Octopus Records, prodotto artisticamente e co-arrangiato da e con Lorenzo de Gennaro.

Cinque canzoni, cinque personaggi. Tutti i personaggi, sull’orlo instabile di un terremoto, a raccontarsi. Il disco è la raccolta delle tracce che Gianluca ha scritto per e con l’omonimo spettacolo teatrale, portato in giro dall’attore Ivano Russo in questi anni.

ASCOLTA IL DISCO

NEL SONNO DI PAOLO – VIDEOCLIP UFFICIALE

BIOGRAFIA

Gianluca Montebuglio è al suo esordio da solista. Dopo aver suonato in vari progetti e una piccola produzione sotto il nome Polvere di Dover nel 2010 con Welcome Home, piccola etichetta ormai scomparsa, decide di dedicarsi più che altro all’advertising, settore in cui ancora oggi lavora come direttore creativo di una digital agency napoletana, Ribrain Studio. In questi anni lavora, scrive uno spettacolo teatrale, mette da parte idee e condivide il palco con James Senese, IOSONOUNCANE e Francesco Di Bella.

“È tutto bellissimo”, l’ep in uscita il 15 maggio con Octopus Records, è proprio la raccolta delle canzoni che Gianluca ha scritto per lo spettacolo omonimo, affidato in questi anni a Ivano Russo, attore e regista con cui lo ha portato in giro. Cinque canzoni, cinque personaggi. Tutti i personaggi, sull’orlo instabile di un terremoto, a raccontarsi. Per questo progetto musicale, Gianluca ha lavorato con Lorenzo de Gennaro, che ha curato la produzione artistica, il co-arrangiamento, i missaggi e il mastering. “È tutto bellissimo”, è stato registrato tra marzo e settembre ’17, nello studio di Lorenzo e al Monopattino Recording Studio di Peppe De Angelis, a Sorrento. Con l’ep “è tutto bellissimo” realizza circa 40 date in Italia, si guadagna recensioni su diversi importanti magazine, tra cui Ondarock e SentireAscoltare, produce un video con la regia di Elio Di Pace – giovane artista italiano premiato alla sezione studenti del Festival di Venezia -, partecipa alle selezioni del Premio Ciampi e vince la sezione “migliore testo” del Nerano Music Festival ’18.
Il progetto grafica, invece, è di Pluff Design, mentre le illustrazioni sono di Sara Garagnani, Anna Fraiese, Mario Cipriano, Eugenio De Riso e Alessandro Piacente. Nei live, affiancano Gianluca (basso e chitarra acustica) e Lorenzo (elettronica e chitarra), Antonio Esposito alle chitarra elettrica e Salvo Martone alla batteria.

RECENSIONI

“Ascoltando le cinque tracce del primo Ep di Gianluca Montebuglio verrebbe da esclamare “Campania felix” a voce altissima. Già, perché la formula cantautorale del musicista casertano è ricca di trovate acustiche graziose e penetranti. Una ricetta sonora che trova terreno fertile grazie anche a una narrazione spontanea, con passaggi metaforici significativi…”

 OndaRock 

“È tutto bellissimo rappresenta un esordio ad effetto per Montebuglio. In cinque brani l’essenza del suo sound è presentata al pubblico che può assaporare, lentamente e con i necessari elementi a disposizione, il retroscena intenzionale di un musicista/attore/scrittore che si serve delle note per raccontare la psicologia delle persone.”

Music Coast To Coast

“Esordio discografico per il cantautore di Caserta capace di ricreare e dare vita ad un disco che parla da vicino all’orecchio dell’ascoltatore incantando grazie ad una cifra stilistica davvero notevole e intessendo trame soppesate raccontando di fatti e avvenimenti che ci riguardano assolutamente senza mezze misure.”

Indiepercui

“I testi sono finemente cantati da Montebuglio che, con il suo caldo timbro vocale, arricchisce i brani con sottili melodie e preziosi giochi metrici da esperto cantautore.”

La Testata 

“Una canzone d’autore ragionata e misurata la sua, che si prende tutto il tempo necessario per venire fuori, scegliendo con calma e profondità le parole giuste per un’elaborata ricerca dell’identità, rincorrendo l’evoluzione, sensazioni più che sentimenti, simbolismi e ricostruzioni immaginifiche in punta di soluzioni acustiche ricercate e mai banali con il fine di tratteggiare cinque diversi profili in equilibrio precario.”

Sentireascoltare

“Una sequenza di titoli netti, che alternano elementi simbolici a dichiarazioni d’identità, che annunciano una chiamata a una forma di memoria   emblematica, che nei testi dei brani di Montebuglio fonde la narrativa del ricordo e il segno del trauma. Una posizione che si affaccia sui varchi verticali di un osservatorio in cui i più intimi aggreganti fanno da coordinate a segni, indizi, reperti.”

Rivista Milena 

“La forma espressa è basilare, ma con accorgimenti di stile ed aggiunte di strumenti (ad esempio la chitarra elettrica e qualche elemento di elettronica) che ne arricchiscono il peso specifico. La narrazione è di una spontaneità unica, in riferimento anche alle tematiche trattate, il pericolo di cadere in una devastante banalità non era certo remoto. Attraverso pochi versi l’autore riesce ad attivare i giusti richiami che si aggrappano all’immaginario di chi ascolta. Interprete indiscusso del concetto è Nel Sonno di Paolo.”

Scè 

INTERVISTE

Un concept Ep che nasce in tempi di musica liquida. È questa la tua idea di cantautorato?

<<Non lo so. Non ho ancora capito cosa intendo per cantautorato. So che hai perfettamente ragione a parlare di musica liquida, so che liquidità è un termine capace di evocare in modo istintivo ed esaustivo – nella sua sintesi – il periodo in cui ci troviamo, in cui ci troviamo da tempo, a dirla tutta. So che “È tutto bellissimo” è venuto fuori molto, molto lentamente. Probabile che questa lentezza abbia donato al progetto una certa fissità. Ho lavorato sotto dettatura del tempo, arrivando alla pubblicazione solo nel 2018, quando la canzone più datata risale al 2012. Tutto ciò è dipeso anche dalla quantità di energia che ho potuto riservare al progetto in questi anni. Vari trasferimenti, il lavoro di pubblicitario, la pazienza nel trovare davvero le persone adatte: quando ho capito che avrei dovuto fare con lentezza, ne ho approfittato. Ecco. Quello di lavorare per tematica, per concept, è una cosa di cui non riesco a fare a meno. Non so fare diversamente, almeno per ora. Quindi sì, probabile stia dando la risposta: per adesso è questa la mia idea di cantautorato. Farmi sedurre da un tema, da uno spazio di significati, storie e persone, e approfondirlo fin quando non lo sento compiuto. Credo vada così.>>

Off Topic 

Songwriting. Quali sono le tre cose a cui un autore non dovrebbe rinunciare nel momento in cui inizia a scrivere un nuovo brano?

<<Credo ci sia solo una cosa a cui non si dovrebbe rinunciare: la voglia di scrivere con lealtà. Qualsiasi cosa si scriva. Si può addirittura mentire con lealtà, quando si fa arte in qualche modo. L’importante è avvicinarsi a se stessi, il più possibile. Suona come qualcosa di introspettivo, ma in realtà possiamo trovare parti di noi stessi che poi diventano musica o parole anche in superficie. E ciò anticipa la forma o lo stile. Questi ultimi due aspetti, credo vadano intuiti in sé e poi fatti crescere.>>

Soundreef 

Da cosa è tratto l’album e cos’è per te qualcosa di veramente “bellissimo?”

<<Il titolo è tratto da una delle parti in prosa che ho composto per l’opera e l’ho ritenuto giusto perché in fondo questo termine racchiude, dal mio punto di vista, sia un’accezione positiva intesa come qualcosa di veramente bellissimo, sia un’accezione sarcastica. E per quanto riguarda qualcosa di davvero bello, posso dire che è proprio quest’album.>>

La Testata 

Cos’è la musica per te e cosa provi quando canti?

«Mi reputo più un autore prestato al canto delle proprie cose, all’interpretazione dei propri testi. In questo senso forse diventa fondamentale una cosa: l’aver superato il fastidio, o quantomeno l’imbarazzo forte di cantare le proprie canzoni. Ci sono arrivato in maniera molto lenta, ma anche molto naturale: scrivevo cose, ma non sapevo a chi affidarle. Un po’ perché non cercavo interpreti, un po’ perché non arrivavano; quindi ho deciso di interpretarle da solo. Così nasce anche “È tutto bellissimo”».

Magazine Informare

LIVE

29/03/19  Laboratorio Aprile (Acerra)

24/03/19  Club Etnie (Marcianise)

15/03/19  Particella 318 (Bologna)

09/02/19  Radio Zar Zak (Casapulla)

08/02/19  Hive Music (Terzigno)

13/01/19  Sofar Sounds Naples

12/01/19  Jam Music Factory – La Quinta Parete (Napoli)

28/12/18  Snodo Hub Cittadino (Aversa)

06/11/18  Scene Contemporanee Fest – Modo Club (Salerno)

06/10/18  La Cave 12 (Ginevra)

27/09/18  Monkey (Battipaglia)

27/07/18  Nerano Music Festival (Massa Lubrense)

13/05/18  DiscoDays (Napoli)

05/04/18  Marea – opening act di Cesare Basile (Salerno)

20/01/18  Manouche (Caserta)

12/01/18  Officina 72 (Agropoli)

29/12/17  Club Etnie (Marcianise)

08/12/17  Club33 Giri (Santa Maria Capua Vetere)

20/10/17  Fusolab 2.0 (Roma)